copertina-de-bernardisIl socio Paolo De Bernardis propone un viaggio affascinante lungo i percorsi delle ricerca cosmologica e astrofisica nel libro recentemente edito da Il Mulino. La nostra vita sembra possibile solo sulla terra. Ma è vero? Per quanto ancora? E quale sarà il futuro remoto del cosmo? Sappiamo che il Sole evolve e che tra circa un miliardo di anni l’aumento graduale del suo flusso di energia renderà impossibile la vita sulla Terra. Ammesso che riusciremo a perpetuarci cosi a lungo, potremo emigrare verso altri mondi? E che ne sarà di noi e della nostra galassia? Queste alcune delle domande affrontate dal’autore.

Solo un miliardo di anni? Viaggio al termine dell’Universo, di Paolo De Bernardis, Il Mulino, Bologna 2016. ISBN 978-88-15-26644-6

Paolo De BernardisPaolo De Bernardis è professore ordinario di Astrofisica della Sapienza Università di Roma. I suoi campi di ricerca sono l’Astrofisica e la Cosmologia osservativa, ed in particolare lo studio della radiazione cosmica di fondo nelle microonde e dell’universo primordiale tramite originali esperimenti da pallone stratosferico. E’ stato il coordinatore dell’esperimento internazionale da pallone stratosferico BOOMERanG sull’anisotropia e polarizzazione della radiazione cosmica di fondo. Durante il volo antartico del 1998, BOOMERanG ha misurato per la prima volta le oscillazioni del plasma primordiale e dimostrato l’assenza di curvatura dell’universo, stimando così la densità totale di massa ed energia. Per queste misure ha ricevuto numerosi riconoscimenti a livello nazionale ed internazionale. E’ co-investigator della missione Planck dell’Agenzia Spaziale Europea, che ha permesso di  realizzare mappe esaustive dell’universo primordiale, e di stimarne con grande precisione i parametri cosmologici.