CopertinaIl volume presenta l’approccio neo-deterministico per definire la pericolosità sismica fondato sulla geofisica e sulle informazioni disponibili, e messo a punto da un gruppo internazionale di sismologi diretto da Giuliano F. Panza. Destinato a ingegneri, geologi, professionisti delle costruzioni e responsabili del patrimonio pubblico, il libro spiega con chiarezza cosa sia e come funzioni il metodo neo-deterministico e le ragioni per le quali l’approccio probabilistico, ancora oggi utilizzato dalla normativa italiana per la progettazione strutturale, sia affetto da gravi errori e risulti inadeguato.

Difendersi dal terremoto si può, Giuliano F. Panza e Antonella Peresan, EPC Editore, Roma 2016. ISBN 9788863107388

Giuliano F. Panza, già professore ordinario di sismologia e docente di geofisica al Dipartimento di matematica e geo-scienze dell’Università di Trieste, responsabile del gruppo di ricerca Sand al Centro internazionale di fisica teorica (Ictp) Abdus Salam, è professore onorario all’Istituto di Geofisica della China Earthquake Adminstration di Pechino. La sua attività scientifica è caratterizzata da una vasta multidisciplinarietà: analisi integrata della struttura e dinamica del sistema litosfera-astenosfera; modellazione realistica della propagazione delle onde sismiche; previsione dei terremoti a medio termine spazio-temporale. Nell’ambito di una collaborazione con l’Agenzia Spaziale Italiana (ASI), insieme al gruppo di ricerca internazionale da lui diretto, ha messo a punto un sistema per la definizione della pericolosità sismica dipendente dal tempo (NDSHA). Questi meriti scientifici, ampiamente riconosciuti anche internazionalmente, sono collegati a fondamentali risultati ottenuti in ambito geofisico/sismologico con risvolti di grande interesse per la collettività.