La Citizen Science – o scienza partecipata – è il coinvolgimento di persone comuni nella raccolta di dati scientifici, in collaborazione con i ricercatori, che validano i dati.

Per sua stessa natura la Citizen Science possiede un valore scientifico (produzione di dati e analisi di fenomeni), educativo (aumento delle conoscenze e della consapevolezza), sociale (inclusione e partecipazione) e politico (indirizzo e monitoraggio).

Negli ultimi anni si è registrato un crescente fiorire di progetti e iniziative a livello globale, ed il fenomeno è ancora in crescita esponenziale. In Europa alcuni paesi si sono dotati o sono in procinto di dotarsi di reti nazionali, con lo scopo di promuovere il coordinamento tra progetti e la comunicazione di risultati, oltre che di creare opportunità di interscambio tra le molteplici componenti della società e del mondo scientifico. In alcuni casi i Governi nazionali hanno creato opportunità strutturate di sviluppo e finanziamento di iniziative di Citizen Science.

Anche nel nostro paese si registra un crescente interesse sul tema, come dimostrato dal successo del primo Congresso Nazionale di Citizen Science svoltosi a Roma dal 23 al 25 novembre 2017.

Questo primo incontro a carattere Nazionale fu organizzato dall’Accademia Nazionale delle Scienze detta dei XL, dal Consiglio Nazionale delle Ricerche nel contesto della piattaforma europea LifeWatch Italia, dall’Associazione Nazionale Musei Scientifici, dal Museo di Storia Naturale della Maremma di Grosseto – Fondazione Grosseto Cultura, dalla Associazione Europea di Citizen Science (ECSA), da LTER Italia (Long Term Ecological Research) e CSMON LIFE.

Sulla scia dell’interesse suscitato dal Congresso, il 5 e 6 aprile 2018 e il 1 e 2 febbraio 2019 si sono svolti due incontri volti ad avviare il confronto per la costruzione di una strategia condivisa per la Citizen Science in Italia. Gli incontri sono stati promossi sotto il patrocinio della Accademia Nazionale delle Scienze, nell’ambito del progetto Horizon 2020 “Doing It Together Science” (DITOs) e coordinati dalla Associazione Europea di Citizen Science (ECSA) e dal Museo di Storia Naturale della Maremma.

CSconference_Rome2017_abstractsBOOK